Call for Papers «Grafica d’Arte»

Call for papersMilano, set. 2017
Direttore responsabile Paolo Bellini
Ed. Edi.Artes, Milano

Descrizione della Rivista
La nostra rivista, «Grafica d’arte», è stata fondata nel 1990 da Paolo Bellini, per anni docente di Storia dell’Incisione all’Università Cattolica di Milano e tuttora direttore di «Grafica d’arte»; annualmente pubblichiamo 4 fascicoli (ciascuno di 52 pagine), intervallati da 4 supplementi – «L’occhio nel segno» (ciascuno di 32 pagine), diffusi solo per abbonamento (euro 59 per l’Italia).

Contenuti dei possibili contributi
La Rivista invita a presentare contributi relativi alle tre seguenti aree di ricerca:

  1. Aspetti di storia dell’incisione e del disegno dal XV al XX secolo con particolare interesse per contributi su singoli argomenti iconografici o scoperte storico-artistiche.
  2. Grafica d’arte italiana e contemporanea.
    Contributi su singoli artisti, su particolari tematiche, su serie di opere, su scuole.
  3. Rapporto tra grafica d’arte e scienza.
    Soggetti ispirati alla geologia, ai fenomeni naturali.

Dettagli tecnici
I contributi, redatti in lingua italiana, dovranno essere inediti e saranno da inviare, in formato docx oppure in pdf, a entro il 30 aprile 2018. Alla sopra citata mail si dovranno far pervenire cinque files distinti:

1) Testo del contributo (in questo file non utilizzare il comando automatico delle note, ma inserire manualmente i numeri di nota nel testo, ponendoli in apice).

2) Note.

3) Le didascalie delle opere citate (nome e cognome dell’autore, titolo, tecnica, anno, eventuale ubicazione).

4) Le immagini (in formato TIFF con una risoluzione minima di 300px e con una base minima di cm. 12).

5) Dati dell’autore del contributo: nome, cognome, affiliazione, curriculum (che non superi le 4.000 battute), indirizzo Mail e indirizzo civico.

La lunghezza massima dei testi inerenti all’area A è di 15.000 battute (spazi inclusi e note comprese); la lunghezza massima dei testi inerenti all’area B e C è 12.000 battute (spazi inclusi e note comprese).

Processo valutativo
Gli esiti della valutazione saranno resi noti entro il 30 ottobre 2018. Ciascun contributo verrà valutato in forma anonima da due esperti del settore, motivo per cui il testo non deve contenere alcun riferimento identificativo dell’autore stesso. La pubblicabilità di ogni testo sarà valutata in base all’interesse scientifico.

Al termine della valutazione, a ciascun autore verrà comunicato se il proprio articolo è:
– pubblicabile
– pubblicabile con lievi modifiche (che verranno indicate)
– pubblicabile con sostanziali modifiche
– non pubblicabile

Per eventuali dubbi è possibile contattare