Numero 100 (ott-dic 2014)

Numero 100 (lug-set 2014)

Acquista questo numero              Abbonati

Carol Morganti, Arte fantastica e arte visionaria nei Rinascimento: oggetto di questo testo sono aspetti dell’arte fantastica nei soggetti metamorfici, nelle raffigurazioni di animali, nelle grottesche e in genere nella grafica nordica.

Elena Viganò, Odilon Redon: un breve testo che commenta Les origines di questo protagonista dell’arte simbolista.

Marco Fragonara, L’estrema trasgressione tra erotismo e senso di morte: Bellmer e Rops: i rapporti fra due incisori lontani fra loro, ma accomunati da medesime inquietudini.

Francesca Mariano, I visionari angosciati, pessimisti e anticipatori di catastrofi: da Kubin e Klinger, attraverso l’arte espressionista, fino a Velly, Donna e Viviani.

Paolo Bellini, Città e paesaggi fantastici fra il XX e XXI secolo: una lunga panoramica di immagini, con particolare riferimento ad incisori francesi del XX secolo.

Rebecca Rozza, Forme di memoria fra mistero e introspezione: un testo intenso che esamina la raffigurazione dei ricordi, da quelli vissuti a quelli esistenziali.

Benedetta Spadaccini, Animali fantastici: un’analisi su questo particolare soggetto, più volte indagato dagli artisti visionari nel XX e XXI secolo.

Barbara Germani, I visionari apparentemente scherzosi: I. Cremona, A. Palma, A. Morena, P. Emiliani, F. Tomasi sono alcuni degli incisori commentati in questo articolo.

Marco Tabusso, Ironia visionaria: spesso improbabile, talvolta un po’ inquietante: immagini e qualche commento su alcuni incisori contemporanei.